LA GENTE A GALLARATE è STUFA DELLO STATO DI DEGRADO E CEMENTO

cantieri-ediliLettera di un lettore al direttore di varese news,non è la prima e pensiamo neanche l’ultima,ormai in questa città (come nel resto del paese) si pensa solo a fare grandi annunci perbenisti come lo sgombrerò del campo sinti(regolarmente residenti e gallaratesi da sempre) e il divieto di bere alcolici per strada.Quando invece dei problemi seri come il degrado di intere zone,la cementificazione selvaggia e inutile,l’inquinamento atmosferico,la mancaza di spazi aperti alla socialità, non se ne occupa nessuno e tutto viene lasciato come sempre. Al lettore vorremmo rispondere noi, è giusto urlare vergogna ma è anche il tempo di agire,tanto chi deve pensare al bene comune non ci pensa.Gli spazi prendiamoceli noi gallaratesi che sicuramente ne faremo un uso migliore di chi ci butta sopra colate di cemento,cerchiamo di unirci e conoscerci per una socialità attiva,I QUARTIERI LI RENDIAMO VIVI NOI,no di certo un centro commerciale.

 Egregio direttore,
mi aggiungo pure io ai due lettori che manifestano lo stato di degrado della zona di sciarè in prossimità della stazione e del centro commerciale il Fare ormai chiuso e in uno stato visivo pietoso!
 
La strada pedonale che conduce alla stazione aspetta da decenni un nuovo manto stradale mentre il parcheggio nuovo delle biciclette ormai ultimato da mesi è ancora sigillato alla faccia di chi va in stazione in bici…
La zona già di per sè mal frequentata ora è ancor più buia e pericolosa grazie al nuovo cantiere che ha eliminato un lampione: complimenti.
 
Passiamo al centro commerciale IL Fare ex Borgomaneri: i parcheggi sono chiusi da 3 mesi per restauro: peccato che non si veda sto gran lavorare e intanto i 600 e passa parcheggi comunali sono inaccessibili… alla faccia dei pendolari che potrebbero usarli, alla faccia dell’assessore che questa estate disse su VareseNews “Non mi risulta” alla faccia dell’assessore e del Comune che dovevano comunicare le tempistiche dei lavori…
Intanto il centro commerciale ha colato cemento su una vecchia fabbrica, ha costruito un muro tra cedrate e sciarè e inspiegabilmente manca un ampio e indispensabile tratto di marciapiede sul lato di Viale Lombardia oltre che nessuno ha mai visto la “vera” pista ciclabile.
 
Si può scrivere e urlare “Vergogna” ?
 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...