RINGRAZIAMO IL KINESIS DI TRADATE PER LA SOLIDARIETà E PER AVER RICOSTRUITO LA GIORNATA DI IERI!!

Il Re è nudo!
A proposito della nuova occupazione, della militarizzazione
e dello sgombero di Cardano al Campo

Spazi sociali: continua la lotta.
Nel primo pomeriggio di domenica 19 dicembre viene occupato uno stabile a Cardano al Campo (VA), per continuare il percorso interrotto due mesi prima dallo sgombero dello spazio sociale occupato “Edera”.
La precedente occupazione era stata un intenso laboratorio di vita comune, di critica dei ruoli, di scambio di saperi, di libera espressione della creatività: un tentativo concreto di soddisfare bisogni e desideri.
Poco dopo l’inizio dell’occupazione (all’interno sono presenti circa venti persone) un ingente dispiegamento di Polizia e Carabinieri, dopo aver allontanato sfoggiando caschi, scudi e manganelli, il presidio di solidali accorsi sotto lo stabile, chiude l’accesso alla zona, spaccando a metà il paese.

Chi difende chi. Chi protegge cosa.
Per l’occasione vengono mobilitati due volontari della Protezione Civile, il cui viscido collaborazionismo si rende evidente quando, interrogati in merito al proprio ruolo ed alla propria responsabilità, rispondono col menefreghismo arrogante di chi è addestrato alla deresponsabilizzazione tipica delle organizzazioni militari. Rispondono qualcosa del tipo: “eseguiamo le indicazione che ci vengono date, non facciamo domande, ciò che succede lì non è affar nostro”. Cosa questo genere di Protezione Civile stesse proteggendo dagli sguardi dei cittadini di Cardano è evidente: l’arrogante strapotere dei palazzinari locali e la violenza degli sgherri in divisa che li difendono.
Tranquilli, tranquilli: domani ricomincia il civile schifo quotidiano che avete protetto con tanta solerzia.

Il Re è nudo!
Dopo circa due ore, al sopraggiungere di un’ambulanza con l’indicazione di “restare in attesa”, è ormai chiaro che l’intenzione è quella di fare irruzione nello stabile e gli occupanti decidono di barricarsi all’interno e di salire sul tetto. Arrivano a breve anche i Vigili del Fuoco, anch’essi spudorati complici di quella che non può essere interpretata in altro modo che come un’operazione di guerra. Sono questi ultimi che, illuminando la zona e sfondando gli ingressi, permettono a Polizia e Carabinieri di fare il loro sporco lavoro.
Il nuovo spazio sociale viene sgomberato, gli occupanti portati in Caserma e denunciati per aver violato la legge di tutte le leggi, quella della proprietà privata, quella che condanna milioni di persone ad affitti insostenibili, mentre i pochi palazzinari della zona si spartiscono i proventi.

È chiaro come una repentina operazione militare di questa portata sia parte di una gestione del territorio della provincia di Varese come di un laboratorio totalitario di forzata pacificazione, annientamento del conflitto sociale, tentativo di nascondere le contraddizioni e l’accelerazione dello sfacelo sociale generalizzato.
Di fronte a tutto questo è sempre più necessario uscire dall’oblio dell’indifferenza e della rassegnazione. Trovare forme, tempi e luoghi di agibilità politica per resistere e per sviluppare percorsi di lotta reale. Autorganizzarsi, anche in piccoli e piccolissimi gruppi diffusi sul territorio, per contrastare un progetto di controllo e repressione che ci vuole tutti ferventi collaboratori o silenti rassegnati.

Contro la speculazione edilizia dei palazzinari. Contro la repressione.
CASE E SPAZI SOCIALI SONO BISOGNI IRRINUNCIABILI: PRENDIAMOCELI.
AUTOGESTIONE, RESISTENZA.

Kinesis autogestito, Tradate

Annunci

3 pensieri su “RINGRAZIAMO IL KINESIS DI TRADATE PER LA SOLIDARIETà E PER AVER RICOSTRUITO LA GIORNATA DI IERI!!

  1. paolorizzar85@libero.ot ha detto:

    in effetti è uno spreco carabinieri e vigili del fuoco…
    si doveva aspettare che qualche luminario cadesso dal tetto , o che pezzi di casa cadessero in testa a qualche premio nobel occupante…
    immagina la scena.. voi il giorno dopo a protestare perchè i proprietari non avevano messo in sicurezza i luoghi prima della vostra occupazione….
    in effetti è uno spreco che le forze dell’ordine anzike rincorrere deliquenti debbano badare a ragazzini viziati che sn capaci anche di farsi male da soli … e pensare che uno sbirro guadagna 1300 € al mese.. di piu della donna delle pulizie che molti di voi hanno in casa ma forse meno di quello che spendete al mese voi in alcol e droga…
    spero che vi divertiate in questi anni spensierati e fra trent’anni cosi come fanno i 68 col culo grosso e il portafoglio gonfio, potrette raccontare,nel confort della vostra seconda casa al mare o in montagna, che ai vostri tempi stavate cambiando il mondo

  2. alcide ha detto:

    ciao paolo…senti al posto di sparare cazzate xk non fai qualcosa di costruttivo come fanno sti ragazzi?? almeno loro c provano tu che fai?? sarai il solito perdente che critica e basta…x le cazzate che spari penso che spendi molto più tu di loro in alccol e droga altro che 1300 euro al mese… dai su lascia stare che non ce la fai proprio più..

  3. ultimimohicanivarese ha detto:

    caro paolo o come ti chiami tu. perchè non provvedi a venire di persona a dire le stesse cose? comodo da dietro una tastiera, se tu venissi e ci conoscessi ti faresti un’idea diversa sicuramente. questo non vuol dire che approverai quello che facciamo, ma almeno eviteresti di parlare in questa maniera becera-ignorante. ma tu ovviamente preferisci crogiolarti nella tua ignoranza del salotto di casa tua tra un grande fratello e quattro culi in tv

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...